Considerazioni

Come si osserva un bullmastiff?

Come per tutte le razze il Bullmastiff deve essere osservato nella sua globalita’ ricercando quelle caratteristiche morfologiche che lo standard descrive con gli aggettivi “forte” e “possente” i quali si riferiscono alla struttura ossea e muscolare che deve essere anche armonica ed elegante, e questo è sottolineato tra l’altro nello standard dalla negazione “non pesante” .

Detto questo e’ evidente che bisogna scendere nei particolari,cercando di “scomporre” il Bullmastiff in piu’ parti ed assegnare ad ognuna di queste un importanza diversa.

Le successive indicazioni di massima, elencate in ordine di importanza , rappresentano considerazioni personali e come tali opinabili.

  1. Testa, cranio, espressione 20%
  2. Qualita’ essenziali (movimento,equilibrio psico-fisico) 15%
  3. Bilanciamento e proporzioni generali della figura 14%
  4. Arti anteriori, collo e petto 10%
  5. Arti posteriori 8%
  6. Tronco e linea dorsale 8%
  7. Groppa 5%
  8. Coda 5%
  9. Orecchio 5%
  10. Occhio 5%
  11. Mantello 5%

Questi valori sono da relazionarsi all’intensita’ dell’espressione del carattere,ovvero valutando di quanto il carattere si discosti dall’espressione ideale che rappresenta il 100%. Naturalmente il carattere deve poter essere valutabile, l’assenza della coda ad esempio non e’ valutabile, ma la coda scorretta invece lo e’, e di conseguenza andra’ a diminuire la percentuale massima.

Di tutti ed 11 punti , i primi 3 coprono quasi il 50% del valore massimo non a caso.

Testa,cranio e collo: a questi caratteri ho attribuito l’incidenza maggiore ossia il 20% sul totale perche’ a mio parere la testa rappresenta il “marchio” della razza. In essa e’ possibile osservare caratteristiche uniche come lo stop, le rughe, il labbro, la dentatura, il muso. Attraverso misurazioni cinotecniche inoltre possiamo rilevare la convergenza degli assi cranio-facciali, il rapporto cranio-muso 1:3,e la quadratura del muso e della testa.

Il 15% prende in considerazione le qualita’ generali che possono essere attribuite a tutte le razze, ma per questo non meno importanti come il movimento, l’eleganza, il carattere.

Bilanciamento e proporzioni corporee: molto importante a questo punto, per una classificazione morfologica del Bullmastiff sono l’indice corporale,l’indice toracico e l’indice cefalico che dimostrano come il Bullmastiff sia mesomorfo e brachicefalo.

INDICE CORPORALE= LUNGHEZZA TRONCO X 100: PERIMETRO TORACICO= MESOMORFISMO (se da 71 a 85)
INDICE CORPORALE= LARGHEZZA DEL COSTATO X 100 : ALTEZZA COSTATO=MESOMORFISMO (se da 89 a 60)
INDICE CEFALICO=LARGHEZZA TESTA X 100:LUNGHEZZA TESTA= BRACHICEFALIA ( se maggiore del 50%)

In linea generale questi indici pongono il Bullmastiff all’interno di un ideale quadrato e tuttavia ovvio come risultati diversi da quelli indicati provocherebbero scostamenti dal quadrato ideale. Altri parametri da prendere in considerazione a questo punto sono il peso e l’altezza al garrese,entrambi i parametri sono di norma, direttamente proporzionali ed in ogni caso non devono mai pregiudicare l’eleganza e l’armonia strutturale del Bullmastiff. L’altezza al garrese infine si deve mettere in relazione con la circonferenza cranica, in un Bullmastiff la differenza tra le due misurazioni dovrebbe avvicinarsi allo zero.

Per tutti gli altri punti che completano la valutazione morfologica del Bullmastiff, lo standard e’ molto chiaro e qualsiasi scostamento inciderebbe sulla valutazione massima da attribuire a quello specifico carattere.